fbpx
Grazie per averci contattato

Il termine per la querela è di 90 giorni, quindi potresti essere fuori termine per denunciare l’accaduto.

Ti consigliamo due soluzioni, in base al periodo che è trascorso dal fatto in questione.

Ecco cosa puoi fare

Meno di 90 giorni

Se sono trascorsi meno di 90 giorni dall'accaduto potresti recarti presso un comando di polizia o dai carabinieri, sporgere personalmente denuncia e poi ricontattarci, allegando alla tua richiesta anche copia della tua denuncia.

Più di 90 giorni

Se invece sono già passati più di 90 giorni, potremmo agire solo in sede civile ma devi conoscere la reale identità del soggetto che ti ha offeso. Esattamente nome, cognome e indirizzo di residenza. Queste informazioni sono necessarie per poter procedere.

Se dunque hai effettuato una denuncia personalmente presso un posto di polizia, o se conosci perfettamente l’identità del soggetto che ti ha offeso, inviaci una mail a civile@antihater.it, allegando la suddetta documentazione (Copia della denuncia oppure Nome, Cognome e Indirizzo di residenza di chi ha commesso il fatto).

Email

civile@antihater.it
Hai dei dubbi?

Leggi le domande frequenti

Quali spese dovrò sostenere?

Anticipiamo e sosteniamo ogni tipo di spesa. Dalla firma del contratto l’unica spesa che dovrai sostenere sarà data dall’invio della documentazione necessaria. Tutte le spese legali, amministrative e di ogni altro tipo sono a carico della nostra società, incluse marche da bollo, contributo unificato, spese per eventuale accertamento tecnico preventivo, etc.

In caso di esito negativo dovrò sostenere delle spese?

In caso di esito negativo non dovrai sostenere alcun tipo di spesa. La nostra società si farà carico di tutte le spese sostenute e anche di quelle che eventualmente il giudice condannerà a pagare alla controparte.

Qual è il vostro guadagno?

In caso di esito positivo la nostra società avrà diritto ad una percentuale del risarcimento che è chiaramente espressa sul contratto che ti verrà sottoposto. Ci assumiamo il rischio di anticipare e sostenere le spese anche in caso di esito negativo perchè la nostra esperienza e i professionisti che collaborano con noi ci garantiscono un’elevata probabilità di vittoria delle pratiche avviate.

Quale è la procedura?

Per prima cosa faremo valutare il tuo caso ai nostri esperti che stabiliranno se vi siano o meno i presupposti per richiedere un risarcimento. In seguito la nostra stessa società vaglierà il rischio di impresa in base a quanto detto dagli esperti. Se queste risposte saranno positive, procederemo alla denuncia/querela ed a monitorare il procedimento penale fino a chiedere poi il risarcimento, prima in via stragiudiziale poi nelle aule del Palazzo di Giustizia del caso.

Raggiungete qualsiasi località italiana?

Certamente, la nostra società si avvale di un team di collaboratori esperti che operano su tutto il territorio nazionale. In questo modo i nostri clienti non saranno costretti a lunghi viaggi e spostamenti.

Sarò contattato e dovrò presenziare in aula?

Una volta che ti affidi a noi come società ma soprattutto firmi la procura con lo studio legale, lo studio legale di controparte non potrà neanche contattarti in modo diretto così come previsto dalle leggi, ma dovrà necessariamente scrivere allo studio legale. La eventuale e remota presenza in aula sarà richiesta solo in caso di discussione in aula, che verrà sempre osteggiata dalla antihater qualora fosse inutile alla soluzione della pratica.